1) Caratteristiche dei prodotti

  • BUONA QUALITA'', ovvero con caratteristiche simili ai prodotti presenti sul mercato (es. pasta non e'' sinonimo di colla)
  • EQUO PREZZO, rispettando lo sforzo del produttore e il portafoglio di chi acquista.

 

2) Caratteristiche necessarie del produttore

  • Rispetto dei dipendenti.
  • Rispetto dell''ambiente (l''azienda non deve essere obbligatoriamente certificata "BIO" , però deve garantire un corretto utilizzo delle risorse - es. pesticidi).

 

3)Caratteristiche gradite del produttore.

  • Locale, in modo che:
  • i soldi che si spendono servano per retribuire chi ha lavorato
  • sia facilitato il controllo del processo produttivo.
  • si riduce l''inquinamento derivato dallo spostamento della merce.
  • si promuova la produzione di qualità autoctone.
  • Etico, ovvero che si impegni ad agevolare categorie disagiate (ad esempio cooperative di recupero).

 

4)Incontri.

Annualmente verranno organizzati i seguenti incontri:

  • Confronto: nei quali il gruppo s''interrogherà su quali prodotti/produttori scegliere, nel rispetto della presente. (circa quattro).
  • Formazione: nei quali il gruppo incontrerà un esperto (due).
  • Festa: pranzo sociale con amici e parenti (uno).

 

5)Gestione Ordini.

Per poter seguire meglio ogni produttore, abbiamo deciso di creare un responsabile del fornitore.
Questa figura si occuperà di:

  • Mantenere i rapporti tra il produttore.
  • Gestire gli ordini .
  • Verificare la merce ricevuta.
  • Seguire la distribuzione.
  • Gestire la riscossione dei soldi e il pagamento del produttore.

In aggiunta, per riuscire a fare ordini più consistenti e ridurre la spesa derivata dal trasporto, abbiamo deciso un "calendario degli ordini" (si consiglia di guardare nel forum, la sezione Ordini).

 

6)Struttura del Gruppo.

Ogni adesione al gruppo deve rientrare in uno dei seguenti gruppi:

  • Referenti: chi si occupa di mantenere i rapporti con i fornitori e gestire gli ordini.
  • Partecipanti: chi partecipa alla vita del gruppo (dalla riunioni alla ricerca di nuovi prodotti/produttori, agli ordini )
  • Compratori: chi non intende partecipare alle riunioni, ma è interessato a provare i prodotti che il gruppo sceglie.

 

7)Cassa.

Chiediamo a tutti i membri del GAS di versare:

 

  • un contributo di 10€ una tantum, che vada a formare un fondo cassa congruo, utile per anticipare i soldi per gli ordini sostanziosi.
    I nuovi iscritti si impegneranno a versare la suddetta cifra entro e non oltre le prime 2 settimane dall''''iscrizione.
  • un contributo di 5€ ogni anno, per sostenere l''affitto del box che utilizziamo come magazzino.
    Tutti gli iscritti si impegneranno a versare la suddetta cifra gennaio di ogni anno.
Al momento del versamento viene rilasciata apposita ricevuta.

 

Per evitare che la spesa di trasporto, dei prodotti acquistati dal gruppo, vadano a gravare solo su chi si reca da produttore a ritirare la merce, abbiamo deciso che ai prodotti acquistato sarà aggiunta una quota di indennizzo, calcolata secondo la seguente formula:

 

Quota indennizzo = numero km * costate ACI(presa dal sito ufficiale ACI)

 

La quota sarà pagata da tutti i compratori, in proporzione alla merce acquistata.

 

8)Rapporto con il bottega Equo&Solidale Sconfinando.

Allo scopo di promuovere l''attività del gruppo, ci impegniamo a fornire, alla bottega Sconfinando, tutte le informazioni (schede produttori, iniziative) che raccoglieremo e a proporre i prodotti che sceglieremo.
Le due realtà sono comunque disgiunte da ogni aspetto organizzativo, gestionale ed economico.